Pfas, blitz attivisti a Miteni Trissino

Vestiti di tute bianche hanno chiesto chiusura azienda

(ANSA) - VENEZIA, 18 MAR - Questa mattina un gruppo di circa cinquanta persone con il volto coperto è entrato nello stabilimento Miteni di Trissino, sfondando la rete perimetrale.
    Lo rende noto la stessa azienda, chiamata in causa per l'inquinamento delle acque da Pfas che sta interessando parte del Veneto. L'azione è stata rivendicata poco dopo dagli attivisti di "Vicenza si solleva" e del "Collettivo Resistenze Ambientali" di Padova, spiegando di aver apposto degli striscioni sui muri dello stabilimento e di aver fatte delle scritte con la vernice bianca sull'asfalto per chiedere l'immediata chiusura dell'azienda.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Elisabetta Elio, presidente di Pia Opera Ciccarelli

Fondazione Pia Opera Ciccarelli, il futuro dell’assistenza agli anziani passa per la riscoperta delle comunità di quartiere

E’ stato avviato il programma “Abitare Leggero”: a breve si realizzeranno abitazioni a prezzo calmierato per riunire famiglie in difficoltà economica e anziani in un clima di reciproco aiuto


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.