Fondi corso scuola per spese personali

Chiesto giudizio dirigente scolastica e figlio nel padovano

(ANSA) - CITTADELLA (PADOVA), 22 SET - Si è chiusa l'indagine condotta dalla Guardia di Finanza di Cittadella a carico di una donna, dirigente scolastica di un istituto cittadino, che avrebbe utilizzato parte dei fondi dal comune, pari a 140mila euro, per corsi di psicomotricità e attività motorie presso le scuole locali, ricevuti da una associazione no profit, rappresentata formalmente dal figlio, anche per spese personali.
    In particolare, 16mila euro per l'acquisto di beni come un divano, di una lavastoviglie, di un'auto o per spese di tinteggiatura della casa, mentre altri 42mila attraverso prelievi in contanti per altri usi rispetto alle attività previste. Il Pm di Padova Sergio Dini ha chiesto il rinvio a giudizio per la donna e il figlio per i reati di malversazione a danno dello Stato, abuso d'ufficio, falsità materiale commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici. La dirigente scolastica è stata inoltre segnalata alla Corte dei Conti.(ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

COS.IDRA. srl

La crisi del settore edilizio: come uscirne indenni?

COS.IDRA. srl, azienda padovana leader nella realizzazione di fondazioni e opere idrauliche, non ha dubbi: “Credibilità, investimenti e welfare aziendale”


null

Tagliare con l’acqua, con Sirio si può

“Siamo artigiani ma anche persone che hanno sempre voluto sperimentare, grazie a questo siamo cresciuti”, dicono dalla famiglia Castellan


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere