Uccisi 2 italiani scambiati bracconieri

Farnesina conferma, 'circostanze ancora da chiarire'

(ANSA) - PADOVA, 14 MAR - Due padovani, padre e figlio, sono morti in Zimbabwe, uccisi pare dalle guardie di una riserva di caccia perché scambiati per bracconieri. Il fatto sarebbe avvenuto nel pomeriggio di ieri. La Farnesina ha riferito che l'episodio è avvenuto "in circostanze ancora da chiarire". Sono attualmente in corso indagini per capire perché i due, padre e figlio, si trovassero lì e quando sarebbero arrivati nel paese africano. Secondo quanto si apprende, i due sarebbero stati uccisi a colpi di fucile dal personale di vigilanza della riserva. L'ambasciata italiana di Harare è in contatto con la famiglia delle due vittime per fornire tutta l'assistenza necessaria.
   

Sono Claudio Chiarelli e il figlio di 19 anni, Massimiliano, i due padovani uccisi ieri all'interno del parco 'Mana Pools' nello Zimbabwe. Lo si apprende da fonti locali. Claudio Chiarelli era da tempo nel Paese africano dove è nato il figlio.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Gian Paolo Casarotto - Rovigo Vivai

Passione e tecnologia per valorizzare i prodotti orticoli

Il made in Italy spiegato da Rovigo Vivai, azienda vivaistica che produce piantine orticole all’interno del territorio dell’Igp del radicchio, nel cuore del Parco Naturale del Delta del Po


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere