Uso carte credito clonate,5 arresti

In carcere 4 romeni e un italiano, vittime turisti stranieri

(ANSA)-VENEZIA, 10 MAR -Quattro romeni ed un italiano sono stati arrestati dai carabinieri di Mestre e di Alba (Cuneo) per la clonazione e l'uso fraudolento di carte di credito. L' indagine è iniziata nel 2015 dopo le segnalazioni di stranieri ospiti in alberghi a Mestre a cui sono stati prosciugati i conti delle carte di credito mentre erano in Italia. Complice un addetto di una cooperativa di servizi che, avendo accesso agli hotel, con un passepartout accedeva nelle camere dei clienti quando erano a colazione, clonava le carte di credito con uno skimmer portatile. I dati venivano trasmessi ad un romeno che imprimeva i codici su carte magnetiche ricreando così la carta di credito originaria. L'italiano intestava a suo nome ditte per aprire in banche conti correnti, richiedendo terminali Pos da usare ufficialmente e necessari per il prelievo delle somme dalle carte di credito clonate che poi finivano sul conto corrente collegato al POS e quindi alla banda che poteva fruirne tramite gli acquisti e i prelievi fatti dagli indagati.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

COS.IDRA. srl

La crisi del settore edilizio: come uscirne indenni?

COS.IDRA. srl, azienda padovana leader nella realizzazione di fondazioni e opere idrauliche, non ha dubbi: “Credibilità, investimenti e welfare aziendale”


null

Tagliare con l’acqua, con Sirio si può

“Siamo artigiani ma anche persone che hanno sempre voluto sperimentare, grazie a questo siamo cresciuti”, dicono dalla famiglia Castellan


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere