Storia e cultura sulle orme dei Pellegrini

Cinque tappe in Valle d’Aosta per celebre percorso

Redazione ANSA

Attraversare la Valle d'Aosta in cinque tappe lungo la Via Francigena, il celebre itinerario che unisce Canterbury a Roma e che ogni anno è meta di migliaia di pellegrini. Un percorso che si sviluppa tra la "materialità del tracciato" e la "spiritualità del contesto", erede del sistema viario romano, in particolare della Via Consolare delle Gallie che permetteva il veloce spostamento delle legioni e delle merci dalla penisola italica al cuore della Gallia e delle altre province settentrionali dell'Impero.
Oggi la via Francigena è un tracciato assolutamente unico per andare alla scoperta delle bellezze e delle particolarità di una regione. In Valle d'Aosta si declina tra borghi antichi e castelli, chiese e vestigia dell'epoca romana, nella cornice delle Alpi. Lungo il cammino si incontrano vitigni pregiati e località dove si producono specialità gastronomiche come il prosciutto crudo di Bosses o il lardo di Arnad.
Il percorso - desunto dai diari di pellegrinaggio redatti da Sigerico nel 990 e dall'abate benedettino islandese Nikolas de Munkathvera alla metà del XII secolo - inizia al Colle del Gran San Bernardo, a 2.473 metri di altitudine, al confine con la Svizzera, per poi scendere verso Aosta, città ricca di storia e di testimonianze del passato, e proseguire nella valle centrale, fino a Pont-Saint-Martin, dove finisce la Valle d'Aosta e inizia il Piemonte.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in