Ludopatia, norma chiarisce dubbi

Presentato testo in quinta commissione dopo problemi applicativi

Una proposta di modifica legislativa bipartisan chiarirà i dubbi interpretativi della legge regionale contro la dipendenza dal gioco d'azzardo. E' emerso dalla riunione della quinta commissione 'Servizi sociali' che ha condiviso il testo, sottoscritto da Luca Bianchi (Uv), Patrizia Morelli (Av), Paolo Sammaritani e Andrea Manfrin (Lega VdA), Alessandro Nogara (AV), Flavio Peinetti (Uv), Maria Luisa Russo (M5S). "La necessità dell'intervento deriva dal dubbio interpretativo insorto, in sede di applicazione, che sembrerebbe precludere l'apertura e il mantenimento, qualora questi esercizi si trovino a distanze dai luoghi sensibili inferiori alle disposizioni previste dalla legge del 2015, anche per le tipologie di gioco lecito in concessione statale, quali per esempio il gratta e vinci, il lotto, il superenalotto e il totocalcio", spiega il presidente della commissione Luca Bianchi.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere