Ok bilancio commissione, incognita aula

Accordo lascia aperto spiraglio per nuovo governo

Con quattro voti a favore (Stella alpina, Uv, Uvp e misto), due contrari (Lega e Vdalibra) e un'astensione (M5S) la seconda commissione del Consiglio Valle ha approvato il bilancio di previsione della Regione Valle d'Aosta, ora in esercizio provvisorio, e i disegni di legge collegati. L'intesa è stata trovata al termine di una giornata ad alta tensione. Il documento contabile sarà portato in aula - dove la maggioranza rischia di non avere i 18 voti necessari all'approvazione - già la prossima settimana.
    Tra le novità si segnala l'introduzione di un "doppio canale" - Finaosta o banche - per l'erogazione dei mutui casa. L'accordo lascia anche aperto uno spiraglio per la formazione di un nuovo governo: la discussione del bilancio in aula sarà il test di possibile convergenze per evitare il ritorno alle urne. "Si è giunti ad un'intesa sulle proposte più significative di modifica del bilancio. Il tempo e le energie spesi in queste settimane nell'analisi degli emendamenti e nel confronto in Commissione sono stati positivi e volti ad affrontare alcune problematiche molto sentite dalla comunità valdostana. È stato importante che si sia dibattuto a fondo, giungendo infine ad una convergenza che ha portato ad un miglioramento dei testi di legge su questioni quali i mutui per la casa, la riduzione dell'Imu per chi ristruttura casa, il commercio di prossimità, i maggiori trasferimenti ai Comuni e i nuovi fondi per l'edilizia scolastica" ha commentato il Presidente della Commissione, Pierluigi Marquis (Stella alpina). "I provvedimenti licenziati dalla Commissione - conclude - potranno essere ora presentati in Aula: presumibilmente il Consiglio sarà convocato la prossima settimana, visto che l'approvazione del bilancio è fondamentale per dare continuità amministrativa". 
   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA


    Vai al Canale: ANSA2030
    Vai alla rubrica: Pianeta Camere



    Modifica consenso Cookie