Segre cittadina onoraria di Aosta

No solo da consigliere Casapound. Tolta cittadinanza a Mussolini

Il Consiglio comunale di Aosta ha approvato un ordine del giorno con cui si impegna a conferire alla senatrice Liliana Segre la cittadinanza onoraria della città, capoluogo di una regione medaglia d'oro al valore militare per la guerra di Liberazione. Sono stati 26 su 27 i voti a favore, dal Pd e L'Altra Valle d'Aosta - Sinistra per la città fino alla Lega. Unico astenuto il consigliere Lorenzo Aiello del gruppo misto di minoranza, militante di Casapound.
    Frutto della sintesi di due diversi ordini del giorno, il documento conferisce a Segre la cittadinanza onoraria "come riconoscimento dei valori di solidarietà umana che essa incarna e difende e gratitudine per il valore che la sua figura rappresenta nella lotta per l'affermazione dei diritti umani".
    Inoltre l'odg prevede di disconoscere la cittadinanza onoraria conferita a Benito Mussolini nel 1924 "per mano dell'allora commissario prefettizio".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere