Maggioranza propone voto elettronico

Emendamento in commissione a disegni di legge

Con un emendamento ai disegni di legge elettorale in discussione in commissione, la maggioranza regionale ha proposto l'introduzione del voto elettronico in Valle d'Aosta. "Le disposizioni relative alla preferenza unica e allo scrutinio centralizzato dei voti - si legge nell'emendamento - si applicano sino alla definizione delle procedure necessarie per l'espressione del voto elettronico. Conseguentemente saranno disposti con legge regionale approvata gli opportuni adeguamenti alle norme per l'elezione del Consiglio regionale della Valle d'Aosta". La Giunta regionale dovrà quindi verificare "le condizioni per l'impiego di apparecchiature elettroniche per le operazioni di votazione e di scrutinio, tenuto conto dell'impatto di tale innovazione". Oltre alla maggioranza si sono espressi favorevolmente sul voto elettronico (ma con riserva sulle modalità) anche Lega Vda, Mouv' e M5S, "molte perplessità" per Rete civica e contraria Daria Pulz (Adu).  "La proposta impegna a valutare la fattibilità del voto elettronico" ha detto Patrizia Morelli, presidente della prima commissione, confermando che la legge andrà in aula alla fine di febbraio. Il 25 gennaio la commissione tornerà a riunirsi per audire sul tema il dirigente regionale dell'ufficio elettorale.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere