Inchiesta ospedale, Rollandin assolto

Era accusato di abuso d'ufficio per atti Giunta su parcheggio

La prima sezione della Corte di Appello di Torino ha assolto l'ex presidente della Regione Valle d'Aosta, Augusto Rollandin, dall'accusa di abuso d'ufficio nell'ambito dell'inchiesta sui lavori di ampliamento dell'ospedale Parini di Aosta. La sentenza è stata letta dal presidente Elisidoro Rizzo.
    Rollandin - che è appena stato rieletto consigliere regionale con 3.417 preferenze (candidato più votato in assoluto) - anche in primo grado era stato assolto. L'accusa riguardava gli atti esecutivi della delibera della Giunta Regionale con cui era stato contratto l'"acquisto di cosa futura", pagato 16,9 milioni, relativo al parcheggio pluripiano dell'ex Residence Mont Blanc.

La Corte di Appello ha anche assolto l'impresario Giuseppe Tropiano, il progettista Serafino Pallù e gli ingegneri Alessandro De Checchi e Paolo Giunti. Anche loro dovevano rispondere di abuso d'ufficio ed erano stati assolti in primo grado dal gup Giuseppe Colazingari. Il processo si è svolto con rito abbreviato.

Difesa Rollandin, nessuno è stato favorito - L'ex presidente della Regione, Augusto Rollandin, "ha agito nell'esclusivo interesse del bene della collettività e non ha favorito nessuno". Lo ha detto l'avvocato Giorgio Piazzese, avvocato di Rollandin, commentando la sentenza di assoluzione emessa dalla prima sezione della Corte di Appello di Torino che ha confermato il verdetto di primo grado.
"Questa sentenza - ha detto l'avvocato Silvano Rissio, legale dell'imprenditore Giuseppe Tropiano - dice che non c'è stato alcun reato e che nessun danno è stato cagionato al pubblico, questa è la degna conclusione di questa vicenda". Infine l'avvocato Adriano Consol ha sottolineato che "è caduto l'impianto accusatorio, si fa giustizia dopo anni di sofferenze, due giudici hanno detto che quel reato non c'è".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere