Furti davanti chiese e cimiteri, arresto

Indagine squadra mobile Aosta, accertati 12 colpi

E' ritenuto l'autore di 11 furti davanti a chiese e cimiteri e di uno in un'abitazione in Valle d'Aosta tra la primavera e l'autunno di quest'anno. Per questo la squadra mobile della polizia di Aosta ha arrestato Carmine Sozio, di 29 anni, residente in un campo nomadi del torinese.
    L'operazione - ribattezzata 'Campo Santo' - è scattata a seguito di un'ondata di furti su auto parcheggiate nei pressi dei luoghi di culto. Secondo quanto emerso, il 'pendolare del crimine' tutte le settimane saliva ad Aosta per compiere le razzie. A tradirlo è stato un furto in abitazione dove sono stati portati via anche bancomat e carta di credito con i quali sono stati compiuti vari acquisti, tra cui una piscina da esterno ritrovata nel campo nomadi. Gli agenti hanno poi accertato la presenza di Sozio nei luoghi dove sono stati compiuti i colpi.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere