Belga disperso, ancora nessuna traccia

Ricerche anche sul ghiacciaio della Tribolazione

Ancora nessuna traccia del belga di 43 anni disperso dalla sera del 6 settembre in Valnontey. Il medico anestesista Dewaele Steven aveva raggiunto da Cogne i bivacchi Pol e Grappein (3.200 metri). Qui, sul diario di vetta, aveva annunciato di voler proseguire verso il ghiacciaio della Tribolazione, una zona "con molti crepacci", spiega Adriano Favre, direttore del Soccorso alpino valdostano. L'allarme è stato dato dalla moglie, che non aveva più sue notizie. Alle ricerche, svolte anche con l'elicottero, partecipano inoltre Soccorso alpino della guardia di finanza, vigili del fuoco, Corpo forestale, volontari della Protezione civile e unità cinofile. Steven era un concorrente del 4K Alpine endurance trail - la massacrante gara di corsa in montagna che è ancora in corso di svolgimento sulle alte vie valdostane - ma si era ritirato sabato scorso a Rhemes, nella prima parte della competizione.
    Nel 2014 aveva concluso il Tor des géants da finisher, classificandosi al settantunesimo posto.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere