Dalla maestosità dell'Arco etrusco alla sala dei Notari

Redazione ANSA

PERUGIA - Un altro degli itinerari proposti a Perugia parte dall'Arco Etrusco. Salendo lungo via Ulisse Rocchi, si giunge in piazza IV Novembre, cuore della città, con la Fontana Maggiore (turismo.comune.perugia.it/poi/fontana-maggiore), il Palazzo dei Priori (turismo.comune.perugia.it/poi/palazzo-dei-priori), da cui si accede alla Sala dei Notari (turismo.comune.perugia.it/poip/sala-dei-notari-001) e alla Sala della Vaccara. Qui, a fare da sfondo alla trecentesca Fontana Maggiore (realizzata da Nicola e Giovanni Pisano, per celebrare il compimento del nuovo acquedotto, c'è il Duomo, che accoglie il Museo di San Lorenzo. Adiacente alle sale si trova l'ingresso all'area archeologica della Cattedrale, dove è possibile visitare l'originaria acropoli edificata proprio sopra il terrazzamento etrusco con stratificazioni delle varie epoche: etrusca, romana, tardoantica e medievale. Il percorso, lungo circa un chilometro, svela, oltreché le mura etrusche di terrazzamento, le fondazioni di un tempio coevo, una ricca domus romana e una strada etrusco-romana. Gli scavi sotto la Cattedrale di San Lorenzo rappresentano la parte centrale della città dal periodo etrusco all'età moderna, sede di templi, di domus romane e dei conclavi dei Papi.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in