A Terni parco intitolato a Emanuela Loi

L'agente della polizia uccisa nella strage di via D'Amelio

Cerimonia di intitolazione del parco di viale Trento, a Terni, alla memoria di Emanuela Loi, l'agente della polizia di Stato, medaglia d'oro al valor civile, uccisa nel 1992 nella strage di via D'Amelio durante il servizio di scorta al giudice Paolo Borsellino.
    Alle celebrazioni, oltre al fratello e alla nipote della Loi (che porta lo stesso nome della zia), agli studenti e alle autorità civili e militari della provincia, era presente anche il vice capo della polizia, il prefetto Alessandra Guidi.
    "Emanuela Loi è un simbolo - ha detto la Guidi - non solo per la polizia di Stato, ma per la nazione e per le donne di questo Paese che hanno saputo e ancora sanno impegnarsi fino all'estremo sacrificio della loro vita. Questa targa nasce inoltre all'interno di uno spazio fruibile a tutti i cittadini, dunque è un'occasione di stimolo per coltivare la memoria anche in chi in quegli anni non era nato".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere