Regione parte civile inchiesta sanità

Decisa costituzione in procedimento Duca, Valorosi e Bocci

La Regione Umbria ha deciso di costituirsi parte civile nei confronti degli imputati nel procedimento penale 3172/2019 relativo ai presunti concorsi pilotati all'ospedale di Perugia. Lo ha deciso, su proposta della presidente Donatella Tesei, la Giunta nella prima seduta.
    Il procedimento coinvolge l'ex direttore generale dell'Azienda ospedaliera Emilio Duca, che ha chiesto il processo abbreviato, e quello amministrativo, Maurizio Valorosi, il quale ha fatto istanza di patteggiamento, nonché l'ex segretario regionale del Pd, Gianpiero Bocci, che ha scelto di seguire il rito ordinario.
    La Giunta regionale - si legge in una sua nota - ha deliberato "la costituzione come parte civile" nel procedimento "pendente innanzi al tribunale civile e penale di Perugia". Ha nominato quale legale l'avvocato Anna Rita Gobbo, del Servizio avvocatura regionale.
    La costituzione di parte civile è già stata annunciata, ma non ancora formalizzata, anche da Usl e Azienda ospedaliera.

"La costituzione di parte civile nel procedimento 'concorsopoli' deliberata dalla giunta Tesei è meramente la conclusione di un procedimento già avviato dall'Esecutivo da me presieduto": lo sottolinea l'ex presidente facente funzioni della Regione Fabio Paparelli. "E' agli atti - ha sostenuto Paparelli - la mia richiesta di procedere in tal senso inviata all'Avvocatura regionale per procedere all'acquisizione di quanto necessario alla formalizzazione del procedimento".

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere