Verini, mandato esaurito con regionali

"Ora sovrano il congresso" annuncia il commissario umbro

"Non si pone il problema delle mie dimissioni perché il mio è un mandato che politicamente si sarebbe esaurito con le elezioni regionali. Riconsegno un partito ammaccato, che ha subito una sconfitta, ma c'è e quel 22,3 per cento è una base dalla quale provare a ripartire insieme": lo ha detto il commissario del Pd in Umbria, Walter Verini, in una conferenza stampa a Perugia. "Ora sovrano sarà il congresso" ha aggiunto.
    "Il mio compito - ha spiegato Verini -, si devono rassicurare tutti, non sarà di predeterminate chissà cosa ma devo semplicemente nei prossimi giorni, con il nuovo statuto, avviare d'accordo con chi mi ha nominato, una fase di garanzia".
    Il commissario ha sottolineato come quella del 27 ottobre sia "stata una serata di dolore politico e personale per migliaia di persone che hanno visto simbolicamente mettere in timbro negativo alla storia di questa regione". "Penso si debba e possa provare a ripartire riformando radicalmente tutto - ha proseguito -, senza guardare indietro".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere