Sindaco Foligno, daspo non contro poveri

"Risolte molte situazioni con presenze moleste"

"Occorre fare chiarezza sul daspo urbano. Su 34 controlli della polizia locale, a cinque persone è stato applicato il provvedimento ma in questo periodo molte situazioni, frutto di presenze moleste, sono state risolte": lo ha affermato il sindaco di Foligno, Stefano Zuccarini. Sottolineando che "l'ordinanza non è contro i poveri ma punta a liberare la città da presenze moleste".
    "In base a segnalazioni di cittadini - ha detto Zuccarini -, la polizia locale è intervenuta in via Oslavia, al cimitero e al parcheggio dell'ospedale. Ora non ci sono più problemi in queste zone. Alle cinque persone allontanate è stato chiesto se avevano bisogno di aiuto ma lo hanno rifiutato. Non è neanche possibile il supporto dei servizi sociali perché risiedono in altri Comuni. Umanamente mi dispiace".
    Zuccarini ha evidenziato che "le regole vanno rispettate e lo spirito dell'ordinanza non è di andare contro i poveri" ma di evitare che presenze moleste possano disturbare sicurezza e tranquillità.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA