Prisco, no centro islamico a Passignano

Parlamentare Fratelli Italia contrario all'ipotesi

Il parlamentare umbro di Fratelli d'Italia Emanuele Prisco si dice "contrario all'apertura di un nuovo centro islamico a Passignano sul Trasimeno". Lo fa in una nota nella quale viene spiegato che i consiglieri comunali di centrodestra hanno depositato un'interrogazione per chiedere conto al sindaco di centrosinistra di riferire sulla presunta costituzione del luogo di culto in via della Vittoria.
    "E' una voce sempre più insistente in paese" dice Prisco in una nota. "Un argomento del genere - aggiunge - viene affrontato soltanto oggi con questa giunta al potere, con noi al governo sarebbe stato semplicemente impensabile".
    Nei mesi scorsi il deputato, insieme al presidente del partito Giorgia Meloni, ha depositato una proposta di legge chiedendo "massima trasparenza e legalità" nelle autorizzazioni per l'apertura di nuovi centri religiosi islamici. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai alla rubrica: Pianeta Camere