Scarpe artigiano Narni in film Martone

Sandali in corda e pelle canguro realizzate da Giuliano Perotti

C'è anche un po' di Narni in Capri-Revolution, il film di Mario Martone in concorso alla Mostra del Cinema di Venezia. Arrivano dalla cittadina umbra, infatti, alcune delle particolari calzature di scena indossate dagli attori, creazioni realizzate dall'artigiano-calzolaio Giuliano Perotti.
    Tra queste, un sandalo realizzato con 130 metri di corda (indossato da Seybu, il protagonista del film), e altre 26 paia di scarpe in pelle di canguro. "Tutte su misura, resistenti, leggere, comode e adatte ad un uso particolare" spiega lo stesso Perotti.
    Le calzature sono state indossate da alcuni attori per ballare sulle scogliere di Capri. "Dovevano essere le più invisibili possibili - spiega ancora Perotti -, in quanto i ballerini nella scena sono nudi, e poi resistenti ma anche flessibili. La pelle di canguro è quella che si è prestata meglio a questo uso, la committenza è stata sin da subito soddisfatta della mia proposta e poi della realizzazione".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere