Maria Borio,poesia e scienza a braccetto

Ospite a festival Seneghe spiega "entrambe anticipano futuro"

(ANSA) - ORISTANO, 3 SET - "Poesia e scienza hanno molto in comune: la capacità di penetrare la realtà, raccontare il mondo nelle sue sfaccettature e, con un approccio e un metodo diverso, comunque creativo, sono entrambe anticipatrici del futuro". Così all'ANSA Maria Borio, classe 1985, originaria di Perugia, poetessa e ricercatrice, tra gli ospiti del festival "Cabudanne de sos poetas", il Settembre dei poeti, che si è chiuso con successo a Seneghe. Quattro giorni all'insegna della poesia declinata nelle sue varie forme - protagonisti tra gli altri Donatella Bisutti, Franc Ducros, Marcu Biancarelli - ma anche teatro, con la performance di Serge Pey, Chiara Mulas e Antonella Puddu, lo spettacolo tra scultura, musica, poesia e scienza di Jago, il live della cantante lusitana Lula Pena.
    Ancora, mostre, laboratori, incontri con i produttori locali. E un filo conduttore: il dialogo tra poesia e scienza.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA