Indagine appalti Terni, chiesto giudizio

Su presunte irregolarità affidamento da Comune a cooperative

La procura di Terni ha chiesto il rinvio a giudizio per 25 persone coinvolte a vario titolo nell'inchiesta Spada, relativa a presunte irregolarità nell'affidamento, da parte del Comune, di alcuni appalti pubblici a cooperative cittadine. L'udienza preliminare davanti al gup Natalia Giubilei è stata fissata per il 4 maggio.
    L'indagine, nel maggio scorso, aveva portato all'arresto, ai domiciliari, dell'ex sindaco Pd Leopoldo Di Girolamo e dell'ex assessore ai Lavori pubblici Stefano Bucari, accusati di concorso in turbata libertà degli incanti e in falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici.
    Anche i loro nomi - in base a quanto si apprende - figurano nella lista degli indagati per i quali la procura ha chiesto il rinvio a giudizio, insieme a quelli di altri ex assessori delle varie giunte Di Girolamo, dirigenti, funzionari e dipendenti comunali, oltre a rappresentanti delle cooperative coinvolte.
    Gli stessi 25 ai quali era stato notificato l'avviso di conclusione indagine.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere