Ast vicina a famiglia operaio morto

Azienda "rinnova il suo impegno perché non accada mai più"

"Acciai Speciali Terni si stringe alla famiglia e agli amici del collega Gianluca Menichino che, dopo una lunga battaglia durata sei mesi, si è spento all'ospedale di Gubbio": l'azienda esprime così, in una nota, il suo cordoglio per la morte dell'operaio 35enne, vittima di un incidente sul lavoro avvenuto il 10 luglio scorso nel reparto Pix1 dell'area a freddo dell'acciaieria.
    L'Ast, prosegue il comunicato, "continuerà ad essere vicina alla famiglia e rinnova il suo impegno affinché simili incidenti non si ripetano mai più, nella consapevolezza che la sicurezza e la salute di ogni dipendente siano i beni più preziosi da tutelare".
    Come ricorda l'azienda, dopo l'incidente il giovane era stato ricoverato per quasi tre mesi nel reparto di rianimazione dell'ospedale Santa Maria di Terni e poi trasferito presso l'istituto di riabilitazione Santo Stefano di Foligno.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere