Fase finale per demolizioni in Valnerina

Smaltite circa 35 mila tonnellate di macerie nel cratere umbro

(ANSA) - PERUGIA, 3 GEN - Le demolizioni degli edifici danneggiati dal terremoto in Valnerina entrano nella fase finale e ad essere interessate dalle ruspe sono in particolare le frazioni. Le strutture ancora da abbattere nei tre comuni colpiti - Norcia, Preci e Cascia - sono circa il 30% del totale danneggiato, spiegano i sindaci Nicola Alemanno, Pietro Bellini e il vice di Cascia, Gino Emili.
    Le macerie in alcune zone vengono portate via contestualmente all'abbattimento, in altre sono ancora in attesa di essere trasferite in discarica. La stima delle macerie da rimuovere sull'intero cratere umbro, fatta a suo tempo dalla Protezione civile, è di circa 90 mila tonnellate, "al momento - sottolinea Alemanno - ne sono state smaltite 35 mila". Emerge anche il problema dell'amianto, per la presenza di vecchie canne fumarie in eternit. Operano così le ditte specializzate per lo smaltimento, che "inevitabilmente rallenta le operazioni di demolizione", sottolinea Livio Angeletti, responsabile dell'area urbanistica del Comune di Norcia.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere