Messaggi dopo sisma diventano spettacolo

Studenti di Norcia vincono concorso Miur, in scena domenica

"Prof...non se lo aspetterà mai da me...ma mi manca tanto la scuola!". A scriverlo, con tanto di punto esclamativo, era stata Martina e questo è uno dei tanti messaggi di whatsapp che gli studenti del liceo Classico dell'istituto De Gaspari-Battaglia di Norcia scrivevano e si scambiavano tra loro e la professoressa di Filosofia, Rosa Maria Marini, nelle ore e nei giorni successivi alla grande scossa di terremoto del 30 ottobre 2016. Quei messaggi sono stati messi insieme e sono diventati una rappresentazione teatrale che domenica 12 novembre gli studenti porteranno in scena -alle 17,30 e alle 21- al centro polivalente Boeri. "C'è una emoticon per terremoto?" è il titolo che hanno scelto per lo spettacolo che vede protagonisti una trentina di studenti e la stessa professoressa Marini, con la regia affidata a Giorgio Zorcù e Sara Donzelli. A raccontare all'ANSA come nasce questo progetto è la docente che lo ha seguito.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere