Frati Assisi, ridurre impatto ambientale

Riciclo rifiuti, recupero acque piovane e coltivazione orti

(ANSA) - ASSISI (PERUGIA), 7 OTT - Risparmio energetico, riciclo dei rifiuti e recupero delle acque piovane attraverso vecchie cisterne: sono, questi, alcuni degli obiettivi che verranno perseguiti dalla comunità francescana del Sacro Convento di Assisi, per ridurre drasticamente l'impatto ambientale. Il progetto, che risponde al carisma del 'Poverello' e in coerenza con i valori dell'enciclica Laudato si' di Papa Francesco, è stato presentato stamani al centro congressi di Bastia Umbra, dopo che nei giorni scorsi era stato illustrato al ministro dell'Ambiente, Gian Luca Galletti. I frati torneranno anche a coltivare i loro vecchi orti, da anni abbandonati. "L'amore per l'ambiente porta con sè valore e guadagno a più livelli, innanzitutto la riduzione delle emissioni nocive e quindi la cura della casa comune che è la Terra", ha detto Padre Mauro Gambetti, custode del Sacro Convento.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere