Compie 33 anni disperso umbro Rigopiano

La madre, "la preghiera è l'unica cosa da fare"

Compie oggi 33 anni Alessandro Riccetti, il ternano disperso per la slavina che ha distrutto l'hotel Rigopiano, dove lavorava come receptionist. Di lui non si hanno più notizie da mercoledì, quando ha avuto gli ultimi contatti con la madre. "La preghiera è l'unica cosa da fare. Vi abbraccio" scrive oggi su Facebook Antonella Maria, la madre di Alessandro.
    La famiglia di Riccetti sta seguendo i soccorsi in Abruzzo e quella che doveva essere una giornata di festa per il compleanno è invece di attesa e di angoscia. La mamma e il fratello del receptionist laureato in Lingue sono in attesa di notizie da Pescara, dove vengono seguiti passo passo dalla prefettura e da una psicologa.
    "Tutto questo è inumano..." è il pensiero di una zia del giovane.
    Alla preghiera chiede di affidarsi anche Isabella, un'amica del trentatreenne alla quale aveva inviato un selfie scattato al Rigopiano poco prima che la struttura venisse travolta. La ragazza dal Brasile sta seguendo con apprensione la vicenda.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere