San Michele compie 145 anni: Segrè, proiettati nel mondo

'Guardiamo a futuro cercando di anticipare cambiamenti in atto'

(ANSA) - TRENTO, 9 NOV - "Creiamo gli elementi scientifici per fornire alla popolazione dati certi su agricoltura, alimentazione e ambiente. San Michele è la base di una fondazione che oggi si proietta in Europa e nel Mondo". Lo ha detto il direttore della Fondazione Edmund Mach, Andrea Segrè, in occasione del 145/o anniversario dell'istituto agrario di San Michele all'Adige.
    Segrè ha preso la parola, intervistato dalla giornalista Maria Concetta Mattei, dopo i saluti istituzionali del presidente della Provincia di Trento, Maurizio Fugatti, dal presidente della Provincia di Bolzano, Arno Kompatscher, e dell'eurodeputato Herbert Dorfmann.
    "L'istituto è una comunità che conta 2.000 persone tra studenti, ricercatori e scienziati, con una grande contaminazione tra diversi ambiti, che vanno dal cambiamento climatico alla coltivazione sui territori di montagna. Guardiamo al futuro cercando di anticipare i cambiamenti in atto, portando innovazione in linea con l'agenda europea dello sviluppo sostenibile", ha aggiunto Segrè.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Videonews Alto Adige-Südtirol

      Vai alla rubrica: Pianeta Camere