Intelligenza artificiale per aiutare l'invecchiamento

Avviato a Trento progetto per robot cognitivi e percettivi

(ANSA) - TRENTO, 13 DIC - Avviato a Trento il progetto internazionale di ricerca quadriennale 'Co-Adapt' dedicato allo sviluppo di robot "cognitivi e percettivi".
    L'obiettivo è offrire alle persone che lavorano e stanno invecchiando un supporto costante da remoto per scoprire il proprio stato di salute o monitorare l'evoluzione di una terapia in corso. Ma anche aiutare a gestire lo stress all'interno del contesto lavorativo e sociale e rimanere attivi sul lavoro in età matura. La rete di ricerca coinvolge Finlandia, Italia e Belgio con 4 milioni di euro di budget per 4 anni. Il progetto è finanziato dalla Commissione europea; l'Università di Trento con il Dipartimento di Ingegneria e Scienza dell'Informazione (Disi) partecipa da protagonista. "I dispositivi potranno decodificare l'ambiente circostante, interpretare il comportamento sociale della persona e rilevare i dati di funzionamento dei principali organi nel corpo dell'individuo", dice il professor Giuseppe Riccardi, coordinatore del gruppo di ricerca.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Videonews Alto Adige-Südtirol

Vai alla rubrica: Pianeta Camere