Cacciatrici rivendicano rappresentanza

"Basta stereotipi di gazzelle e leonesse"

(ANSA) - BOLZANO, 1 SET - "Basta stereotipi che vogliono le donne indifese come gazzelle o grintose come leonesse. La cacciatrici chiedono una rappresentanza a livello nazionale come anche provinciale". Lo ha detto Eddi Titta, presidente delle cacciatrici trentine, durante il primo meeting internazionale organizzato dal Gruppo cacciatrici trentine a Riva del Garda.
    "Il mondo della caccia - ha detto - si sta aprendo con fatica alla presenza femminile, ma nonostante questa diffidenza il numero delle cacciatrici sta aumentando di anno in anno. Con questo meeting vogliamo iniziare a creare una rete venatoria nazionale e internazionale perché, soprattutto se parliamo di fauna migratoria, va adottato un linguaggio comune". Secondo Elisa Picci, esperta di tutela e gestione delle risorse faunistiche, le donne "devono mantenere la nostra femminilità, uscendo però dal ruolo relegante della donna cacciatrice come immagine stereotipata. Noi non siamo donne cacciatrici, siamo cacciatrici".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Videonews Alto Adige-Südtirol