Migranti: danni a struttura accoglienza a S.Lorenzo Dorsino

Striscione CasaPound, condanna da governatore Rossi e sindacati

(ANSA) - TRENTO, 10 APR - Vasta eco sta provocando il danneggiamento compiuto nella notte fra domenica e lunedì ai danni di una struttura nel paese di San Lorenzo Dorsino che dovrà accogliere alcuni richiedenti asilo. Ignoti hanno preso di mira la porta e gli infissi dell'edificio. Oggi è apparso nel paese uno striscione di CasaPound con la scritta "Basta finti profughi".
    "Siamo stati informati di questo imminente arrivo e siamo subito intervenuti a sostegno dei cittadini che ci hanno contattati", dice Andrea Bonazza di CasaPound Trentino Alto Adige, che peraltro condanna questo gesto. "Condanniamo con fermezza questo vile atto intimidatorio e rilanciamo il nostro impegno per cercare, tutti insieme, al di là delle diverse posizioni, di svelenire il clima politico, fomentato da chi vuole solo esasperare i toni", afferma il presidente della Provincia autonoma di Trento, Ugo Rossi. Per Cgil, Cisl e Uil "non è con la violenza o alimentando strumentalmente le paure che si gestisce la presenza dei profughi sul nostro territorio".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Videonews Alto Adige-Südtirol

Vai alla rubrica: Pianeta Camere