Leopardo delle nevi minacciato da mercato del cashmere

Pubblicata ricerca del Muse

(ANSA) - TRENTO, 19 MAR - Il grande aumento dell'allevamento di bestiame per alimentare il mercato globale del cashmere nella zona dove vice il leopardo delle nevi ha un impatto negativo sulle due prede naturali, tra cui lo stambecco siberiano, e potrebbe minare la sopravvivenza del felino.
    Lo rivela uno studio dei ricercatori del Muse di Trento, pubblicato sulla rivista internazionale di conservazione ambientale Oryx, che presenta i risultati della prima spedizione alla ricerca del leopardo delle nevi nei Monti Altai della Mongolia. "Abbiamo analizzato i dati di quasi 50 foto-trappole allo scopo di capire come il bestiame domestico influenza la presenza di leopardo delle nevi e dello stambecco Siberiano, sua preda principale in quell'area", racconta Francesco Rovero del Muse. "I risultati - aggiunge - mostrano che, dove è presente il bestiame, la presenza dello stambecco crolla nettamente".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere

Qualità Alto Adige