Università: Trento consegna laurea ad honorem a Marchionne

'Per i meriti che ha dimostrato in ambito industriale'

(ANSA) - TRENTO, 2 OTT - "Conferiamo oggi a Sergio Marchionne la laurea per i meriti che ha dimostrato in ambito industriale".
    È così che il rettore dell'Università di Trento, Paolo Collini, ha insignito oggi l'ad Fca, Sergio Marchionne, della laurea honoris causa in ingegneria industriale. Quindi una sottolineatura sul luogo scelto per il conferimento: "Siamo qui al Polo Meccatronica per questa cerimonia, perché qui si guarda al futuro" e al contributo che ricerca e innovazione possono dare al territorio e al sistema industriale.
    Innocenzo Cipolletta, presidente del consiglio di amministrazione dell'Università di Trento, ha sottolineato: "Marchionne ha saputo trasformare un'azienda in forte difficoltà in una grande azienda internazionale" e Ugo Rossi, presidente della Provincia autonoma di Trento, ha ricordato come l'amministrazione stia "lavorando per un Trentino sempre più moderno, aperto, internazionale, ma soprattutto che si caratterizzi come terra di opportunità, in particolare per i giovani" e la sfida del Trentino "di creare un raccordo sempre più forte fra scuola e mondo del lavoro".
    A motivare la proposta della laurea honoris causa è stato il direttore del Dipartimento di Ingegneria industriale, Dario Petri. Il titolo di dottore magistrale in Ingegneria meccatronica a Marchionne è frutto di una proposta avanzata dal Dipartimento di Ingegneria industriale e successivamente accolta dal Senato accademico dell'Università di Trento. "La proposta - si legge nella delibera del Dipartimento - trova motivazione nell'eccezionale professionalità, impegno ed efficacia di Marchionne nella gestione di diverse realtà industriali ai massimi livelli internazionali. La sua carriera professionale è connotata da una chiara visione strategica, tempestività e indipendenza di decisione. Queste qualità, supportate da una profonda competenza tecnica, gli hanno permesso di affrontare e di gestire con successo trattative estremamente complesse, favorendo in tal modo il rilancio del settore automobilistico nazionale e, di conseguenza, l'innovazione e lo sviluppo nell'ambito dell'Ingegneria meccatronica".
    "La motivazione della laurea honoris causa a Sergio Marchionne - ha detto Mauro Da Lio (Dipartimento di Ingegneria industriale) in un passaggio centrale della laudatio, il momento accademico ufficiale in cui si descrivono il valore e i meriti della persona a cui viene conferita - è quella di avere compreso le sfide per il settore automotive, l'evoluzione tecnologica sottostante con le opportunità e i rischi associati e di aver governato lo sviluppo di un settore fondamentale dal punto di vista sociale, economico e tecnologico". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA