Alejandro Solalinde ricevuto dal Sindaco

Il sacerdote nel mirino dei narcos è candidato al Nobel per Pace

(ANSA) - BOLZANO, 9 MAG - Il candidato al Premio Nobel per la Pace 2017, Alejandro Solalinde, è stato ricevuto nel pomeriggio in municipio a Bolzano dal sindaco Renzo Caramaschi. Il sacerdote messicano è entrato nel mirino delle organizzazioni criminali in quanto con il suo impegno e la sua attività in Sudamerica salva migliaia di migranti clandestini, che altrimenti finirebbero sul mercato degli esseri umani in una delle zone più violente al mondo.
    Solalinde che ha ricevuto numerosi premi per i diritti umani è in visita a Bolzano su invito del Centro per la Pace del Comune. Ha portato in Alto Adige la sua drammatica testimonianza di uomo e prete che vive sotto continua minaccia di morte da parte dei Narcos. Seguace di Romero, che ha conosciuto, Solalinde ha fondato il Centro di accoglienza migranti "Hermanos en el camino" nello stato di Oaxaca in Messico che da rifugio e protezione a 20mila profughi l'anno. Caramaschi ha accolto calorosamente l'illustre ospite.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere