Missione Juice su lune Giove, al via realizzazione radar

In laboratorio Università Trento test prima di lancio sonda

(ANSA) - TRENTO, 8 MAG - Passo in avanti decisivo per la missione spaziale Juice (JUpiter ICy moon Explorer), alla ricerca di tracce di vita tra le lune ghiacciate di Giove, che vede protagonista l'Università di Trento. Sono state infatti definite le specifiche di progettazione e le architetture che dovranno avere gli strumenti a bordo della sonda europea.
    Obiettivo la realizzazione di un prototipo per i prossimi test in avvicinamento al lancio della sonda.
    L'Università di Trento è protagonista della missione perché uno dei principali strumenti a bordo di Juice sarà Rime, un radar che è stato ideato e studiato da un team di scienziati sotto la guida di Lorenzo Bruzzone, professore del Dipartimento di Ingegneria e Scienza dell'informazione dell'ateneo trentino, dove è responsabile del laboratorio di telerilevamento. Si tratta di uno strumento che effettuerà per la prima volta osservazioni dirette sotto la crosta ghiacciata delle lune Europa, Ganimede e Callisto. Il lancio della missione Esa è fissato per il 2022.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere