Diocesi Bolzano, addio divisione lingue

Per la prima volta vicario unico per tedeschi, italiani e ladini

(ANSA) - BOLZANO, 2 MAR - La diocesi di Bolzano e Bressanone, fondata nel 1964, supera la divisione tra italiani, tedeschi e ladini. Per la prima volta avrà un unico vicario generale per tutti e tre i gruppi linguistici. Il vescovo Ivo Muser ha infatti nominato Eugen Runggaldier, attualmente direttore dell'ufficio pastorale, vicario generale unico.
    È già da qualche tempo che si riflette sulla possibilità di tener conto ancora di più della particolarità della diocesi anche a livello dirigenziale. Il sinodo diocesano tra i suoi provvedimenti ha stabilito vari cambiamenti che riguardano la curia vescovile. In futuro gli uffici di curia lavoreranno unitariamente e in modo comprensivo dei gruppi linguistici.
    L'attuale vicario generale di lingua italiana, Michele Tomasi, sarà nominato vicario episcopale col ruolo di referente personale per i sacerdoti e diaconi, mentre Reinhard Demetz viene nominato direttore dell'ufficio pastorale per tutti i tre gruppi linguistici.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere