Arpat, 'non buono' stato mare, bene aria

Agenzia regionale presenta a Firenze Annuario 2019

(ANSA) - FIRENZE, 10 OTT - Risulta 'non buono' lo stato chimico delle acque marine, positiva la qualità dell'aria, e si registra una crescita degli impianti produttivi con irregolarità: sono i principali dati emersi dall'Annuario 2019 dei dati ambientali della Toscana realizzato da Arpat. Risulta "non buono lo stato chimico delle acque marino-costiere nel triennio 2016-18" a causa "di alte concentrazioni di tributilstagno e in alcuni casi di mercurio e benzo(a)pirene".
    Migliore, invece, lo stato ecologico: per Arpat, "tutti i corpi idrici risultano in stato elevato o buono", "sufficienti" le coste di Rosignano e Albegna". La qualità delle acque di balneazione si è mantenuta ad "un livello eccellente", buono lo stato chimico delle acque sotterranee nel 70% dei casi. Il 40% dei fiumi ha una "qualità ecologica buona/elevata", mentre "tutte le acque superficiali per la produzione di acqua potabile presentano criticità". Per l'aria, "situazione nel complesso positiva" anche se "rimangono criticità per Pm10, ossidi di azoto e ozono".
   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA


    Vai alla rubrica: Pianeta Camere