Giudice, anagrafe? basta richiesta asilo

Avvocato Morandi, credo sia la prima volta in Italia

(ANSA) - FIRENZE, 20 MAR - "Ogni richiedente asilo, una volta che abbia presentato la domanda di protezione internazionale, deve intendersi comunque regolarmente soggiornante, in quanto ha il diritto di soggiornare nel territorio dello Stato durante l'esame della domanda di asilo" e, quindi, è autorizzato a presentare domanda di iscrizione all'anagrafe. Iscrizione che i comuni non possono rifiutare perchè il diniego "sarebbe discriminatorio", come sancito dalla Costituzione, per i cittadini stranieri. lo scrive il giudice Carlo Carvisiglia del tribunale di Firenze che ha accolto il ricorso di un cittadino somalo a cui il comune di Scandicci aveva rifiutato l'iscrizione all'anagrafe per il Decreto sicurezza. La notizia è confermata dall'avvocato Noris Morandi dell'Asgi (Associazione per gli studi giuridici sull'immigrazione): "Credo sia la prima in Italia", spiega il legale. Per il giudice la parità di trattamento tra stranieri e regolarmente soggiornanti e cittadini è considerata fondamentale dalla Corte Costituzionale".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Imprese & Mercati

        Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere