Denunciò tentata violenza, inventò tutto

Procura, 25enne ha ammesso. Aveva accusato due giovani stranieri

(ANSA) - GROSSETO, 12 GEN - Aveva denunciato di essere stata aggredita da due extracomunitari che volevano violentarla nella zona artigianale di Grosseto, e che lei era riuscita a far fuggire dopo averne colpito uno con un calcio, ma si era inventata tutto. Lo dice il procuratore della Repubblica di Grosseto, Raffaella Capasso, in una nota dove spiega che "la giovane ha ammesso che l'aggressione a sfondo sessuale non è in realtà mai avvenuta". La giovane, 25 anni, probabilmente il 7 gennaio scorso non aveva convinto i carabinieri che hanno continuato le indagini per risalire ai presunti aggressori da lei indicati come due giovani, quasi certamente "africani". "L'intensa attività investigativa", spiega il procuratore "ha evidenziato numerose incongruenze rispetto alla versione fornita dalla presunta vittima. La giovane - chiude Capasso - posta di fronte al quadro degli elementi raccolti, ha ammesso che l'aggressione non è mai avvenuta. Le indagini proseguono per definire nel dettaglio i contorni della vicenda".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere