Firenze, torna visibile mosaico Duomo

Certosino intervento su pavimento area archeologica Cattedrale

(ANSA) - FIRENZE, 29 NOV - Grazie a un attento restauro, torna visibile nella sua bellezza originale una testimonianza della Firenze antica: il pavimento in mosaico policromo di epoca paleocristiana della chiesa di Santa Reparata, area archeologica situata sotto il Duomo di Firenze. Nel pavimento spicca la meticolosa ricomposizione della figura di un pavone, simbolo cristiano della resurrezione, e un'epigrafe con i nomi dei 14 donatori dei mosaici, divisi in base al numero di piedi romani finanziati. Il lavoro, durato un anno e mezzo, è stato eseguito dai restauratori dell'Opera di Santa Maria del Fiore, ed ha interessato tutto il pavimento dell'area archeologica, di circa 100 mq, decorato a figure geometriche con esagoni, losanghe e nodi di Salomone. Si tratta del pavimento della prima chiesa di Santa Reparata, che vide la luce ai primi decenni del V secolo d.C. (52 metri di lunghezza per 25 di larghezza presunti), divisa al suo interno in tre navate separate da due file di quattordici colonne.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere