Fca respinge accuse Gm, crolla in Borsa

Gruppo del Lingotto assicura che si difenderà con tutte le forze

(ANSA) - MILANO, 21 NOV - Fca respinge l'attacco di General Motors di aver inquinato le trattative sul contratto di lavoro pagando tangenti ai sindacati e annuncia che "si difenderà con tutte le forze dalla causa promossa ieri" dal concorrente americano. L'azienda guidata da John Elkann definisce le accuse "un tentativo senza basi di distogliere l'attenzione dalle sfide proprie di quella società" parlando di "sconcertante manovra" che "viene in un momento in cui Fca sta dimostrando di essere un concorrente sempre più forte" con il piano di fondersi con Psa.
    Lo scontro pesa però sul titolo. L'avvio di seduta a Milano è stato pesante: il gruppo del Lingotto cede il 3,9% a 13,42 euro.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA