Nobel Handke, una decisione coraggiosa

"Non avevo speranze, non sapevo di essere nella rosa"

(ANSA) - ROMA, 10 OTT - "E' stata una decisione molto coraggiosa": così Peter Handke, premio Nobel per la Letteratura 2019, in una dichiarazione raccolta in Francia, davanti alla casa di Chaville dove vive, e trasmessa in diretta da Rainews24.
    Il narratore e drammaturgo austriaco si è detto "stupefatto" per la notizia: "Non avevo speranze, non sapevo di essere nella rosa". "Ricordo quello che è successo quando scrivevo della guerra civile jugoslava: c'è stato molto rumore. Per questo è stata una decisione molto coraggiosa", ha detto Handke ai giornalisti.
    Evidente il riferimento alle sue posizioni pro-Serbia durante la guerra serbo-bosniaca e al discorso tenuto al funerale dell'ex presidente Milosevic nel 2006. "E' un delitto aver parlato al funerale?", gli è stato chiesto. "Non ho nulla da cambiare, la mia natura è la mia natura". Quanto al futuro, Handke ha sottolineato che continuerà a scrivere: "Questa ormai è diventata la mia professione". Andrà a Stoccolma a ritirare il Nobel? "Certo, se Dio mi lascerà andare".
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA