Minacciato e costretto a buttare latte

Intimidazione nel sud Sardegna forse legata a proteste pastori

(ANSA) - CAGLIARI, 6 FEB - Inquietante episodio nelle campagne del sud Sardegna, probabilmente legato alle proteste degli allevatori per il prezzo del latte. Un autista, dipendente della caseificio Argiolas, è stato bloccato in località "Giana" a Villacidro da due sconosciuti con il volto coperto e armati di spranghe.
    I due lo hanno minacciato, obbligato a scendere dal camion e versare sul terreno il carico di latte appena raccolto. Non solo, lo hanno costretto a filmare il tutto con il telefonino per poi inviare il video tramite WhatsApp a tutti i contatti in rubrica. Protagonista della vicenda, diventata in qualche modo virale - visto che il video è iniziato a circolare sui social e a molti è sembrata la protesta di un allevatore - un autotrasportatore impegnato nella raccolta del latte che stava transitando in una strada di campagna, quando, appunto, è stato bloccato da due malviventi. Solo dopo che i due sono fuggiti l'uomo è riuscito a dare l'allarme chiamando i carabinieri che ora indagano sull'accaduto.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA