Bce, incrociamo dita per banche Italia

Triste se istituti colpiti da dibattito politica come in Grecia

(ANSA) - BRUXELLES, 20 NOV - "Finora non credo che lo spread abbia raggiunto un livello di seria preoccupazione per le banche, ma non sappiamo cosa porta il futuro", e "sarebbe molto triste" se le banche italiane, che "hanno fatto molti sforzi" per ripulire i bilanci, "fossero colpite dalle conseguenze del dibattito politico. Ma sono cose che succedono, i problemi delle banche greche sono cominciati con discussioni politiche e quindi posso solo dire teniamo le dita incrociate": lo ha detto il capo della supervisione unica della Bce, Daniele Nouy.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA