Borsellino: Fava,chiarezza su depistaggi

La figlia Fiammetta, i pm rendano conto del loro operato

(ANSA) - PALERMO, 18 LUG - "Tra il '92 e il '94 si è assistito al più clamoroso depistaggio che la storia della Repubblica ricordi. Per questo chiederemo agli attuali responsabili dell'intelligence cosa è accaduto tra il '92 e il '94". L'ha detto il presidente della Commissione regionale antimafia Claudio Fava nella conferenza stampa seguita all'audizione di Fiammetta Borsellino, figlia del magistrato ucciso nella strage di Via D'Amelio il 22 luglio 1992. Per Fiammetta Borsellino "se la procura di Caltanissetta e i magistrati del tempo hanno fatto male, è giusto che rendano conto del loro operato". In vista dell'anniversario della strage, la figura di Paolo Borsellino è stata ricordata oggi, fra l'altro, in aula, dalla presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, dal vice presidente del Csm, Giovanni Legnini, dall'Anm e da diversi esponenti politici.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA