Luca Odevaine rischia un nuovo processo

Accusa traffico di influenze, coinvolto imprenditore siciliano

(ANSA) - ROMA, 23 NOV - Nuovi guai giudiziari per Luca Odevaine, ex membro del tavolo nazionale di coordinamento sui migranti e vice capo di gabinetto con Walter Veltroni sindaco di Roma, già condannato a sei anni e mezzo di reclusione al termine del processo cosiddetto "Mondo di Mezzo". La procura della capitale, a conclusione di uno dei capitoli stralcio dell'inchiesta principale che lo vede indagato per traffico di influenze, gli ha notificato un avviso di chiusura indagini. E' l'atto che anticipa la richiesta di rinvio a giudizio. Analoga rischio per l'imprenditore siciliano Silvio Pranio. Al centro degli accertamenti una presunta mediazione illecita di Odevaine "finalizzata a ottenere - si legge nel capo di imputazione - l'attribuzione della qualifica di centro di accoglienza richiedenti protezione internazionale (Cara) a beneficio dell'albergo 'Park Hotel Paradiso'" di Pranio ad Enna.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA