Senato verso cambio del Regolamento

Ci si uniforma a Camera. Misure anche per limitare numero gruppi

(ANSA) - ROMA, 19 OTT - L'astensione non sarà più considerata voto contrario. Lo prevede la bozza di riforma del Regolamento del Senato che l'ANSA è in grado di anticipare. Messe a punto dal Comitato ristretto della Giunta di Palazzo Madama, le nuove regole, che ora dovranno passare al vaglio della Giunta e dell' Aula, puntano a uniformare le norme che disciplinano l'attività delle due Camere. Ma quella sull'astensione non è l'unica novità. Sono previste anche misure per ridurre i tempi di discussione in Aula e per impedire la proliferazione dei gruppi.
    Solo i partiti che si sono presentati alle elezioni potranno costituirsi in gruppi o singolarmente o come coalizione alla quale hanno aderito al momento del voto. E sempre che abbiano 10 componenti. Ma non si potranno più formare gruppi nel corso della legislatura a meno che non si tratti di fonderne di già esistenti. Chi si vorrà svincolare potrà accedere solo al Misto.
    Unica eccezione è prevista per le minoranze linguistiche: potranno costituire gruppi di 5 senatori.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA