Ragazza uccisa nel '98, forse svolta

Delitto irrisolto in A.Adige, altri 2 casi in Austria e Germania

(ANSA) - BOLZANO, 7 APR - Nel 1998 l'austriaca diciottenne Ulrike Reistenhofer fu trovata uccisa, con il corpo martoriato, sulla riva del fiume Rienza in Alto Adige. L'omicida non fu mai individuato. Ora, a 19 anni di distanza, inquirenti a nord e a sud del Brennero si occupano nuovamente del cold case.
    Nei giorni scorsi investigatori austriaci e tedeschi sono infatti venuti a Bolzano per prendere in consegna i campioni di Dna dell'assassino trovati sulla vittima, per compararli con altri due casi simili, avvenuti negli scorsi anni. Nel 2014 è stata uccisa la ventenne Lucile Klobut a Kufstein in Tirolo e nel 2016 la 27enne Caroline Gruber a Endigen in Germania.
    Entrambe sono state assassinate a colpi di spranga dalla stessa persona, come ha confermato il dna. Secondo gli inquirenti, che ora hanno anche diffuso un identikit, il serial killer potrebbe essere un camionista. Come negli altri due casi, anche il cadavere di Reistenhofer, fu trovato lungo una rotta di transito di tir.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA