Carceri: Orlando, 56% detenuti recidivo

Tasso sovraffollamento oggi 105-106%, nel 2013 era 150%

(ANSA) - ROMA, 18 APR - Il sistema carcerario "costa ogni anno quasi tre miliardi di euro, ma genera tassi di recidiva tra i più alti d'Europa. I detenuti che provengono da una precedente esperienza carceraria sono infatti circa il 56%; 67% tra gli italiani e il 37% tra gli stranieri". Sono i dati forniti dal ministro della Giustizia, Andrea Orlando nel suo intervento alla chiusura degli Stati generali dell'esecuzione penale organizzati a Rebibbia. "La recidiva di coloro ai quali è stata applicata una misura alternativa - ha aggiunto - è di circa il 20% inferiore a quella di coloro che scontano la pena interamente in carcere". "Nel 2013 - ha aggiunto - il tasso di sovraffollamento nelle carceri italiane era del 150%. A marzo 2016 risulta del 105-106%". Si tratta di un ridimensionamento dell'emergenza: a marzo i detenuti erano 53.495, rispetto ai 67.971 detenuti del dicembre 2010. Il ministro ha infine sottolineato come il problema "della radicalizzazione e del reclutamento negli istituti penitenziari" é "oggi tragicamente attuale".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA