Basilea celebra Dubuffet

Alla Fondazione Beyeler Metamorfosi del paesaggio

(ANSA) - ROMA, 19 FEB - A Jean Dubuffet (1901-1985) la Fondazione Beyeler di Basilea dedica una grande retrospettiva, la prima allestita in Svizzera, con oltre 100 lavori che raccontano il percorso artistico del padre dell'Art Brut. In programma fino all'8/5, la rassegna, intitolata Jean Dubuffet- Metamorfosi del Paesaggio, illustra l'indubbia capacità del pittore e scultore francese di sovvertire gli schemi e di anticipare le suggestioni della contemporaneità, ispiratore di tanti autori della Street Art da Basquiat a Keith Haring. In mostra anche il ciclo più onnicomprensivo, che l'artista battezza con un neologismo polisemico di sua invenzione, L'Hourloupe, realizzato tra il 1962 e il 1974. Queste opere, nate da scarabocchi tracciati con la penna a sfera durante le telefonate, comprendono tele ma anche lavori grafici, sculture e installazioni scultoree, architettoniche e teatrali. Il clou in Coucou Bazar, opera d'arte totale che fonde pittura, scultura, teatro, danza e musica insieme ad affascinanti costumi animati.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA