Ucraina: europeisti perdono maggioranza

Dopo radicali e 'Patria' anche Samopomich lascia alleanza

(ANSA) - MOSCA, 18 FEB - La coalizione filo-occidentale ucraina si sfalda e perde la maggioranza nel parlamento di Kiev: dopo i nazionalisti di Oleg Liashko e Patria, di Iulia Timoshenko, oggi anche Samopomich ha lasciato l'alleanza Ucraina europea. La coalizione può ora contare su 217 deputati, meno dei 226 necessari per mantenere la maggioranza.
    Ad annunciare l'uscita dalla coalizione di Samopomich (26 deputati) è stato oggi il capogruppo Oleg Bereziuk. Riferendosi alla bocciatura della mozione di sfiducia contro il governo guidato da Arseni Iatseniuk, Bereziuk ha dichiarato che "il 16 febbraio 2016 il popolo ucraino è stato testimone di un palese complotto tra i vertici dello Stato da un lato e gli oligarchi e le forze da loro controllate dall'altro. C'è stato un tentativo di ricompattamento del potere, della cleptocrazia e dell'oligarchia in Ucraina".
    Secondo alcuni politologi, la situazione potrebbe rendere inevitabili elezioni parlamentari anticipate.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA